Isola di São Miguel, Azzorre

Spiagge, crateri, laghi, cascate, colline, foreste, cittadine costiere. La presenza di questi elementi, combinata alle condizioni metereologiche estremamente variabili, rende questo luogo un tesoro per chi ama fotografare il paesaggio. Io ci sono stato nel marzo scorso e ciò che segue è una testimonianza, per lo più fotografica, dei suoi angoli migliori.

 

Passeggiando per João Bom. In questo paesino nel nord.ovest dell’isola. vive, nel giardino del padrone, questa bella creatura. “Passerenho” il suo nome. Il suo lavoro è portare i turisti a spasso per l’isola. Attratto dalla forma classica della casa e dai bizzarri colori delle persiane, opto per un’inquadratura da film dell’orrore (data dall’effetto ottico del grandangolo), che rende la struttura imponente. Piazzo poi il cavalletto e scatto diverse fotografie. Ho scelto quella in cui il moto dell’animale contrasta con l’immobilismo di tutto il resto. Nikon D90 – Sigma 8-16mm f/4.5-5.6 DC HSM – filtro GND 6.6″x 8.6″ SE 0.9 Fotodiox – holder WonderPana FreeArc 66 Fotodiox – cavalletto Manfrotto BeFree.

 

Scorcio del Lagoa Verde. La luce del sole, ancora alto, filtra illuminando da dietro l’albero e solo alcune parti di foresta, due elementi interessanti che decido di inserire in questa semplice composizione. Nikon D90 – Tamron SP 70-300mm f/4-5.6 Di VC USD. Mano libera.

 

Cascata nei pressi di Achada. Le Azzorre sono anche giungle e cascate ed io sono stato attratto da questa, di medie dimensioni, rese più piccole dall’inquadradura che ho scelto di utilizzare. Il grandangolo, infatti, ad una certa distanza “spinge indietro” tutto ciò che sta al centro del fotogramma. Il contorno, al contrario, si dilata e sembra venirci incontro. Solitamente non è indicato posizionare il soggetto al centro della foto, ma in questo caso credo funzioni, perchè sassi, felci e piante circondano la cascata dando un senso alla sua posizione. Nikon D90 – Sigma 8-16mm f/4.5-5.6 DC HSM – filtro ND 1000 circolare 145mm Fotodiox – holder WonderPana FreeArc 66 Fotodiox – cavalletto Manfrotto BeFree. Esposizione 20 secondi.

 

Nordeste. Scattata poco dopo l’alba nei pressi del faro di Nordeste, paese a nord-est, appunto, dell’isola. Una strada a picco porta al faro e al villaggio dei pescatori. Qui si ha la sensazione di cadere nell’oceano, anche per il vento che spinge fortissimo! Il paesaggio è maestoso come le enormi scogliere che si affacciano al mare. Le nubi nascondono il sole, decido quindi di puntare forte sulla composizione, creando una curva (che funziona sempre) con una delle pareti rocciose. Includo anche il villaggio dei pescatori ed il molo. Nikon D90 – Sigma 8-16mm f/4.5-5.6 DC HSM – filtro ND 1000 circolare 145mm Fotodiox – filtro GND 6.6″x 8.6″ SE 0.9 Fotodiox – holder WonderPana FreeArc 66 Fotodiox – cavalletto Manfrotto BeFree. Esposizione 15 secondi.

 

Praia Dos Moinhos. Una delle spiagge più belle che abbia mai visto si trova a pochi chilometri da Ribeira Grande, nel centro-nord dell’isola. Le onde qui sono enormi, tant’è che in queste acque vengono organizzate competizioni mondiali di surf. Per questo scatto mi posiziono in blico su una delle rocce, in modo da riprendere la scena da un punto rialzato, optando poi per una lunga esposizione, che annulla completamente il moto ondoso. Nikon D90 – Sigma 8-16mm f/4.5-5.6 DC HSM – filtro ND 1000 circolare 145mm Fotodiox – filtro GND 6.6″x 8.6″ SE 0.9 Fotodiox – holder WonderPana FreeArc 66 Fotodiox – cavalletto Manfrotto BeFree. Esposizione 15 secondi.

 

Un dettaglio di João Bom. Sfruttando una giornata nuvolosa, ma luminosa (luce diffusa, quindi), decido di riprendere il fulcro di questa bellissima pianta (non ne conosco il nome; è simile all’aloe, ma con foglie più larghe e senza spine), eliminando completamente lo sfondo, poco interessante in questa circostanza. Se il soggetto è molto vicino, bisogna fare attenzione a non superare la soglia minima di messa a fuoco dell’obiettivo, che nel caso del Sigma 8-16 è di 25 cm. La condizione di luce diffusa è perfetta per fotografare fiori e piante, che in questo modo non proiettano forti ombre sulle loro parti. Nikon D90 – Sigma 8-16mm f/4.5-5.6 DC HSM. Mano libera.

 

Boca do Inferno. Lagoa de Santiago nel mezzo, il Lagoa Azul alle spalle e il piccolo Lagoa Rasa a sinistra. Questo impressionante punto panoramico dell’isola di São Miguel è chiamato “Boca do Inferno”. Autoscatto a scoppio ritardato per potermi inserire nella foto e rendere il senso delle proporzioni, fondamentale negli scatti panoramici. Nikon D90 – Sigma 8-16mm f/4.5-5.6 DC HSM – filtro GND 6.6″x 8.6″ SE 0.9 Fotodiox – holder WonderPana FreeArc 66 Fotodiox – cavalletto Manfrotto BeFree.

 

Grazie per la visita. Apprezzamenti, commenti e condivisioni sono graditi!

Ti ricordo, inoltre, che puoi iscriverti al blog inserendo la tua mail nel layout apposito, in fondo alla pagina. In questo modo verrai aggiornato sui nuovi articoli e potrai ricevere fotografie inedite.

Foto di copertina: “Praia do Mosteiros”.  Spiaggia di Mosteiros. Lunga esposizione di uno scorcio spettacolare nell’estremo nord-ovest dell’isola. Qui i surfisti ci danno dentro di fronte ai due enormi faraglioni (simboli di Mosteiros) che sbucano dall’acqua a circa 150 metri dalla riva. Per una posa così lunga attendo un po’ di buio e scatto, servendomi di un filtro ND1000. In questo modo cielo e mare si trasformano in qualcosa di etereo. Mentre la fotocamera elabora lo scatto, approfitto per montare la tenda. Questa fotografia mi ricorda quella particolare notte sull’oceano. Nikon D90 – Sigma 8-16mm f/4.5-5.6 DC HSM – filtro ND 1000 circolare 145mm Fotodiox – filtro GND 6.6″x 8.6″ SE 0.9 Fotodiox – holder WonderPana FreeArc 66 Fotodiox – cavalletto Manfrotto BeFree. Esposizione 175 secondi.

 

 

Rispondi a Le mie Azzorre anche su National Geographic Italia! – marcozaffignani.com Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *