Galapagos, mondo animale. Isla de San Cristobal. Parte 1

San Cristobal è la terza isola abitata delle Galapagos e la più orientale dell’arcipelago. Dista due ore di traghetto da Santa Cruz ed è nota soprattutto per la numerosa presenza di leoni marini sulle spiagge e nelle zone urbane in prossimità del mare. Ovviamente quest’isola ha tantissimo altro da offrire. La parte ovest di San Cristobal è quella abitata, con strade e luoghi meravigliosi a libero accesso raggiungibili in autonomia o con i mezzi, compresa una zona collinare molto verde verso il centro dell’isola. L’est invece è totalmente selvaggio e si possono visitare le sue coste solo tramite escursioni giornaliere di una o più tappe. Io ho optato per il famigerato Tour 360° (al quale sarà dedicata la parte 2), che circumnaviga l’isola facendo tappa nelle sue zone più interessanti. La cittadina principale è la vivace Puerto Baquerizo Moreno, che tra l’altro è il capoluogo amministrativo delle Galapagos. Buona visione!

Le vie di Puerto Baquerizo Moreno, Galapagos (2019). Come se quelli veri non fossero sufficienti, alcune parti di urbanistica tributano gli animali più rappresentativi delle isole.
La vivace cancellata di una scuola materna a Puerto Baquerizo Moreno, Galapagos (2019).
La veduta dal mio hostal, Puerto Baquerizo Moreno, Galapagos (2019).
L’attraente facciata di una casa abbandonata (?) nei pressi del porto, Puerto Baquerizo Moreno, Galapagos (2019).
Sia alle Galapagos che in Ecuador il crossfit è un’attività molto praticata, Puerto Baquerizo Moreno, Galapagos (2019).
Tonni venduti “porta a porta” poco prima del tramonto a Puerto Baquerizo Moreno, Galapagos (2019). La maggior parte dei capitani delle imbarcazioni che si occupano delle escursioni sono ex-pescatori, dunque non è raro vedere uno di questi che durante il rientro da una gita si segga a poppa imbracciando una canna, nel tentativo di portare a casa qualche grosso pesce.
La formazione rocciosa “Leon Dormido” vista dalla baia Las Tijeretas, Isla de San Cristobal, Galapagos (2019). La baia Tijeretas è uno dei luoghi a libero accesso di San Cristobal e dista circa trenta minuti a piedi da Puerto Baquerizo Moreno. Nella baia è praticamente certo incontrare tartarughe marine, leoni marini, pesci pappagallo e, se si è fortunati, qualche iguana in acqua.
Una delle tante tartarughe verdi visibili nelle acque di baia Las Tijeretas, Isla de San Cristobal, Galapagos (2019).
Mentre nuoto nelle acque di Las Tijeretas, vedo in lontananza schizzi d’acqua in superficie, dunque nuoto verso l’area interessata e guardo sotto. Scopro che a causare il movimento sono una coppia di leoni marini, intenti a rincorrersi attraverso la baia, facendo piroette e mordendosi l’un l’altro; questo però senza ferocia, come succede nel gioco di cani o gatti. Isla de San Cristobal, Galapagos (2019).
Un’iguana marina nelle acque di Las Tijeretas, Isla de San Cristobal, Galapagos (2019).
Ritratto di una grossa tartaruga verde nelle acque di baia Las Tijeretas, Isla de San Cristobal, Galapagos (2019). Fotografare le tartarughe marine da posizione comoda, ossia senza immergersi troppo, è piuttosto semplice, basta attendere il momento in cui queste necessitano di mettere il naso in superficie per respirare. Le tartarughe marine, infatti, non hanno branchie, ma polmoni molto sottili. Riescono comunque, tramite particolari caratteristiche fisiche, ad assorbire l’ossigeno disciolto nell’acqua, garantendo un apnea prolungata, anche se di tanto in tanto necessitano di una “boccata d’aria”.
Le rigogliose sponde del lago El Junco, Isla de San Cristobal, Galapagos (2019). El Junco è una lago formatosi in un cratere nel centro sud dell’isola ed è l’unica fonte di acqua dolce delle Galapagos. Questa caratteristica attira le fregate, che si servono delle sue acque per lavare via il sale marino dalle piume.
Un esemplare femmina di fregata in picchiata sul lago El Junco, Isla de San Cristobal, Galapagos (2019). Per rimuovere il sale marino dalle ali le fregate adottano un rituale curioso; prima si bagnano in queste acque dolci, dopodiché si alzano in quota e si gettano in picchiata pochi secondi dopo, quasi a peso morto, scuotendo le ali in modo innaturale e assumendo posizioni insolite. Un saliscendi assai spettacolare.
Un maschio di fregata sul lago El Junco, Isla de San Cristobal, Galapagos (2019). Come si vede dalle fotografie, la sostanziale differenza tra femmine e maschi di fregata è che questi ultimi presentano una sacca rossa sulla gola. Questa è gonfiata a dismisura durante la fasi di corteggiamento e ha una funzione ornamentale.
Una fregata femmina sul lago El Junco, Isla de San Cristobal, Galapagos (2019).
La fitta vegetazione della parete del cratere che ospita il lago El Junco, Isla de San Cristobal, Galapagos (2019).
Dettaglio di una tartaruga gigante al centro di allevamento “Galapaguero de Cerro Colorado”, Isla de San Cristobal, Galapagos (2019).

 

Grazie della visita, commenti, apprezzamenti e condivisioni sono graditi.

 

Foto di copertina: Pellicano bruno delle Galapagos, Isla De San Cristobal, Galapagos (2019).

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *